Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2012

Nostimon imar il giorno del ritorno a casa

-portiamo le cose in barca e poi prendiamo una birra... ma...tutto quello ?.
-ci sono pure la cambusa e lenzuoli -protesto
-bravi -sorride
 dopo cena stefano ci aspetta già sull'Elissa e si parte inmediatamente. Rimango con lui mentre
gli altri sono vinti dal sonno. Mi sfotte per l'uso impacciato della barra e mi consiglia di puntare una
stella e tenerla ferma tra le cime e l'albero. Mi lascia e torna con un apparecchio nero che offre al cielo
che in cambio ci dice il nome della stella, Aldebaran.
 Verso le tre e mezza non ce la faccio più a stare in piedi e approfitto del ritorno di Gabriele per
andare a letto.
 Mi sveglia l'odore del caffè appena fatto e il cinguettio della vocina di Pietro. Un bambino duro,
con gli occhi furbi, sei anni circa e tante traversate sul corpo. Mi colpisce la forma del padre di trattarlo
da grande -su, forza, coraggio- e di allontanarlo al minimo acennno di coccola. Si stabilisce tra loro un
intima complicità, quella dei vecchi giocatori…