Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2008

Questa è Elissa IV

Dufour Sortilege del '71, armato a sloop, Elissa IV il suo nome, costruita in Francia, a La Rochelle nei cantieri di Michel Dufour, secondo gli standard dell'epoca, senza pensare al risparmio di materiale o di peso. Nove posti letto, una grande cucina, un enorme tavolo da carteggio.

Col pozzetto centrale, sembra una mamma che ti tiene in grembo, e ti conduce dove vuoi tu. Ha già fatto tante miglia, attraversato l'oceano Atlantico ed è arrivata in Mediterraneo circa cinque anni fa. Dopo un anno di lavori e cure, finalmente ha ricominciato a navigare ed essere l'ammiraglia della scuola vela Smarè, aula e laboratorio galleggiante per la navigazione d'altura.

Vendée Globe e Vittorio Malingri

Seguire la REGATA, per me, è diventato indispensabile.
Non passa giorno che il mio pc non corra verso le pagine del sito ufficiale.
Impresa, libertà, natura, tecnologia, forza, sono fusi in questa competizione dove raggiungere il traguardo è già qualcosa di eccezionale.
Il mio pensiero vola spesso a sud, l'estremo sud, dove non c'è niente, dove si è soli, veramente soli, dove nessuno può raggiungerti.
E lì, dopo cinquanta giorni di navigazione, ci sono loro, persone che di umano hanno ben poco, donne e uomini, ognuno con la propria barca, che affrontano tempeste e che portano avanti un progetto che probabilmente in loro è nato molto tempo prima della partenza.
Ho avuto la fortuna di conoscere Vittorio Malingri, il primo italiano che ha partecipato alla Vendée Globe; è arrivato a Smarè una sera d'agosto, non l'ho riconosciuto.
Abbiamo passato una lunga serata a parlare di barche, di tecnica, di stronzate.
Ogni tanto, nei porti, conosci delle persone che hanno navigato t…

Vela nel Salento

Portare in barca il numero maggiore possibile di persone, per far godere il bello della vela a tutti coloro che ancora non hanno avuto l'occasione di avvicinarsi a questo fantastico sport, è l'obbiettivo degli istruttori della Scuola vela Smarè di Santa Maria Di Leuca.

Dall'Optimist, la barca che utilizzano i piccoli marinai a partire dai sei anni, al cabinato che permette di attraversare il canale d'Otranto e raggiungere le isole greche per fantastiche crociere scuola settimanali, passando per tutti i tipi di deriva.


Campi estivi per ragazzi



Una piacevole settimana da trascorrere con tanti amici in un luogo straordinario. Molto più di un semplice corso di vela. Guidati da un folto staff di istruttori ed educatori i ragazzi impareranno l’arte di navigare a vela e saranno continuamente stimolati attraverso vari laboratori ad apprendere cose nuove ed interessanti nei più svariati campi senza perdere di vista il gioco e il divertimento che sono alla base del nostro metodo di…

Futuro a Sud Est

Da Lecce a “lu Capu”, tra gli italiani di un confine che è una piattaforma sul Mediterraneo.
Un luogo distante da tutto, indeciso tra energia e fatalismo, molte anime, e la tentazione della “salentitudine”

Reportage di Gian Luca Favetto; Foto di Ziyah Gafic. Tratto da D "La Repubblica delle donne", settimanale del quotidiano La Repubblica. N. 622 dell'8 novembre 2008

Santa Maria di Leuca. Roccia e onde.
Qui finisce il mondo nel suo piccolo. E ne comincia un altro.
Oltre c’è solo mare, e navi in lontananza. Fermi i piedi e inizi a nuotare.
Con lo sguardo. Un tempo era una terra di confine. Ora è una sospensione,
luogo indeciso tra passato e futuro, tra certo e incerto.
Un posizione geografica e sentimentale che attende una definizione precisa.
Nell’attesa, vive attaccata alla sua roccia e al suo mare. Se anche la definizione
non arrivasse mai, fa lo stesso. Il suo racconto è già nel nome, nelle immagini
 che evoca, nelle facce, nei suoni, nella memoria che produce:
Salento…