lunedì 5 maggio 2008

Straordinaria Corfù

Abbiamo ancora caldo, nel cuore, i tuoi colori e i suoni delle tue bande. Il bagliore dei tuoi fuochi e il frastuono delle capase lanciate dalle finestre. Il muro umano ad ogni ora e la tangibile passione dei tuoi abitanti. Non passerà molto tempo e saremo ancora lì, ormeggiati ai piedi del maestoso castello, nel cuore della città, per tuffarci tra i tuoi vicoli gonfi di vita.

Nessun commento:

Posta un commento